Concorezzo ricicla – la differenza la facciamo noi!

Concorezzo ricicla – La differenza la facciamo noi!

Parte la campagna del Comune di Concorezzo per invitare la cittadinanza a differenziare meglio i rifiuti e a portarsi da casa i sacchetti per la spesa.

Siamo nel 2013, non si può continuare a sprecare preziose risorse naturali e a buttare i soldi dalla finestra con una tassa rifiuti che potrebbe calare grazie al ricavato dalla vendita dei rifiuti differenziati dai cittadini. Questa è l’idea perseguita con tenacia dalla Commissione sostenibilità del comune di Concorezzo.
Per convincere i cittadini, la Commissione ha chiesto l’aiuto degli alunni delle scuole materne, elementari e medie che hanno risposto con entusiasmo.

Fantasiosi oggetti fatti con materiali riciclati preparati dalle scuole materne saranno esposti in sala rappresentanza (Piazza pace 1) da domenica 26 maggio sino a martedì 28 dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.

Gli alunni delle scuole elementari hanno preparato bellissimi disegni per invitare a comportamenti più virtuosi: saranno esposti per tre settimane nei negozi aderenti all’Associazione commercianti di Concorezzo. Il logo è stato ideato dai ragazzi delle scuole medie: dice “Concorezzo ricicla – La differenza la facciamo noi!”

La campagna prevede anche la distribuzione alla cittadinanza di un manuale per spiegare come differenziare i rifiuti che sarà distribuito in giugno alla cittadinanza.

Condividi questo articolo!
[del.icio.us] [Facebook] [Google] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]
Pubblicato in varie | Lascia un commento

Via Adda : cementificare diabolicum !

Nell’ultimo consiglio comunale è stata consegnata ai capigruppo la variante proposta dai costruttori interessati e riguardante la realizzazione delle famose torri – due mostri di 50 metri! – nel comparto 8 di Via Adda.

Tale comparto prevedeva la follia di ben 10.572 metri quadrati di superficie destinata ad abitazioni e 9.400 metri quadrati di commerciale dislocati nelle citate torri affacciate su via Dante. In questo periodo di crisi, la difficoltà di vendere o affittare spazi commerciali ha spinto i costruttori a chiedere una variante per ridurre a solo 3.390 mq la parte commerciale e per destinare ad abitazioni i restanti 6010 mq, incrementando in tal modo di più del 50% il numero di abitanti previsti in questo comparto che passerebbero da 300 a ben più di 450.

Ricordiamo che nella ex area Frette sono già previste 250 nuove abitazioni e che i costruttori interessati, pur avendo già versato al Comune un milione di euro, per ora non hanno iniziato a costruire visto il gran numero di abitazioni invendute presenti nel nostro territorio.

Nel 2010 abbiamo contestato il massacro di 40.000 metri di verde pubblico di proprietà dei concorezzesi per costruire l’Aquapark,il “meraviglioso regalo” di fine legislatura del Centrosinistra che il Centrodestra si è ben guardato dal bloccare.

Purtroppo ora, come avevamo previsto, l’Aquapark non gira a dovere e dei nuovi posti di lavoro tanto sbandierati si è visto ben poco. Tanto fumo per i concorezzesi e molto arrosto per pochi. Bel risultato!

Allo stesso modo – in questo periodo di crisi – ci chiediamo perchè l’Amministrazione perseveri sulla strada della cementificazione e del congestionamento del territorio permettendo la realizzazione delle due torri di Via Adda di fronte alle altre case popolari col rischio di realizzare un secondo eco-mostro.

Perchè l’Amministrazione comunale asseconda gli interessi di pochi anziché tenere conto della qualità della vita di tutta la cittadinanza? Non è bastata l’esperienza dell’Aquapark?

Cari cittadini aprite gli occhi!

www.listacivicaconcorezzo.org       www.listacivicaitaliana.org

Condividi questo articolo!
[del.icio.us] [Facebook] [Google] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]
Pubblicato in varie | Lascia un commento

La storia di Paolo Borsellino

Giovedì 18 Aprile alle 21.00  presso il Cineteatro San Luigi in Via de Giorgi 56 l’Istituto comprensivo di Concorezzo Guglielmo Marconi ha organizzato un incontro con Salvatore Borsellino, fratello minore di Paolo Borsellino, per ripercorrerne la storia e la sua lotta contro la mafia e il crimine organizzato.

Oggi più di ieri è cronanca l’infiltrazione delle mafie e la collusione tra queste e la politica e le istituzioni. Per questo motivo auguriamo a questa iniziativa un buon successo di pubblico, che sarebbe anche un indice dell’attenzione che i concorezzesi dimostrano verso questo tema cruciale.

Condividi questo articolo!
[del.icio.us] [Facebook] [Google] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]
Pubblicato in varie | Lascia un commento

Rimozione amianto : 27 milioni di euro di nuovi contributi per le aziende e sanzioni per i proprietari inadempienti

La Regione Lombardia si è posta l’obiettivo di liberarsi dall’amianto entro il 2016: la Lista civica Concorezzo, che è impegnata da anni a tenere informati i cittadini e facilitare la rimozione, informa che sono ancora disponibili aiuti economici per la rimozione dei tetti in eternit facendo domanda presso gli uffici comunali e segnala che la Regione Lombardia con la legge 17/2003 e aggiornamento 31 luglio 2012 n°14, chiede ai possessori di immobili con amianto di compilare una apposita modulistica di certificazione e valutazione dello stato di degrado. La mancata compilazione sarà sanzionata con una multa da 100 a 1.500€.

Per le aziende in attività che hanno coperture e manufatti interni in amianto, il Ministero del lavoro e l’Inail mettono a disposizione, per la regione Lombardia, 27 milioni di euro destinati a finanziare opere che migliorino la salute degli operai e l’ambiente di lavoro. I contributi,che dovranno essere chiesti compilando apposita modulistica Inail entro il 13 marzo 2013, saranno a fondo perduto e copriranno il 50% dell’opera (per esempio rimozione eternit e ricopertura) fino ad un massimo di 100.000 euro. Ci sono poi contributi Regionali finalizzati alla rimozione delle coperture in eternit fino a 30m2.

La Lista Civica e un gruppo di cittadini desideroso di formare un gruppo di acquisto per ottenere risparmio e massima garanzia, stanno gestendo il Clac (Comitato Liberazione Amianto). Tale organo è seguito da volontari che offrono supporto ai cittadini dando informazioni,consigli e assistenza per la compilazione della modulistica e per preventivi. L’assistenza è ora estesa per la modulistica Inail riservata alle aziende . La consulenza gratuita verrà tenuta dai volontari Clac e da esperti delle aziende selezionate per economicità, serietà ed affidabilità.

Per informazioni contattare l’Ufficio Ecologia del Comune o inviare mail all’indirizzo : ecologia@comune.concorezzo.mb.it che provvederà a inoltrarle al CLAC.

Condividi questo articolo!
[del.icio.us] [Facebook] [Google] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]
Pubblicato in varie | Lascia un commento

La Lista Civica chiede di applicare il principio di precauzione per l’incendio del magazzino ABM di via Brodolini

La Lista civica chiede all’amministrazione comunale, in attesa dei dati definitivi, di applicare il principio di precauzione, suggerendo ai cittadini di non consumare verdura e frutta proveniente da orti e terreni interessati dalla ricaduta di sostanze tossiche.

A quattro giorni dall’incendio del magazzino ABM in via Brodolini, la Lista Civica Concorezzo si è rivolta al Dipartimento Arpa di Monza, che sta eseguendo i campionamenti e le analisi delle sostanze rilasciate, per avere aggiornamenti sugli eventuali pericoli per la salute pubblica.

La dottoressa Serentà dell’Arpa, dopo averci tranquillizzato citando quanto già detto nel comunicato del 16 ottobre (http://ita.arpalombardia.it/ita/news.asp?id=706 che riportiamo in calce), ha informato che ad oggi (19 ott 2012) non sono ancora disponibili i dati relativi ai campioni raccolti nei giorni successivi.

La Lista civica ritiene che, oltre alle eventuali rassicurazioni, i cittadini vogliano conoscere con esattezza le sostanze rilevate che dipendono dal tipo di materiali bruciati, i quantitativi e i relativi limiti legali, i luoghi dove sono stati raccolti i dati e le eventuali precauzioni da prendere.
Per questa ragione la Lista Civica farà richiesta all’Ufficio Ecologia per avere i risultati delle analisi con l’impegno di pubblicarli non appena disponibili.

Condividi questo articolo!
[del.icio.us] [Facebook] [Google] [MySpace] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Email]
Pubblicato in varie | Lascia un commento